2 3 4 5

Videoclip divulgative sull’Area e sulle attività di ricerca degli Istituti del campus

Studenti, insegnanti e ricercatori dell'Area della Ricerca ad Hannover per presentare al pubblico i risultati del progetto RM@Schools

Graphene Factory goes social:

Servizi Informatici di Area


Soluzione antivirus-antispam open basata su CLAM Antivirus e Spamassassin, interfacciati con Postfix tramite AMAVISD


Questo e’ un riepilogo, vedere per dettagli i vari files di configurazione su area.

Come fare: assumendo di avere Postfix installato e funzionante:
installare CLAM Antivirus (istruzioni per l’installazione nel file clamdoc.pdf).

Editare la configurazione (/etc/clamav.conf), testarlo come da istruzioni e provare il freshclam (aggiornamento database virus), seguendo le istruzioni in clamdoc.pdf.

Inserire nella crontab il lancio di freshclam, una volta al giorno.

NON FAR PARTIRE IL CLAMD (non funziona con Amavis).

Installare AMAVISD, istruzioni nel file INSTALL.

Editare la configurazione (/etc/amavisd.conf).

Far partire il daemon amavisd in modalita’ debug. Quando tutto funziona, copiare sotto /etc/init.d lo script per la partenza del daemon (/etc/init.d/amavisd – quello standard ha il path sbagliato e va corretto).

Testare amavisd per controllare se risponde sulla porta 10024.

Seguendo le istruzioni del file README.postfix di Amavisd, editare il file /etc/postfix/master.cf, fare un postfix reload e controllare se risponde correttamente sulla porta 10025.

Editare il file /etc/postfix/main.cf per settare postfix in modo che passi tutti i mail in arrivo a amavisd per i controlli (vedi istruzioni in README.postfix).

Far ripartire postfix.

Spamassassin puo’ venire richiamato in due modi: internamente da AMAVISD, oppure esternamente come daemon SPAMD (come prima). Se non appesantisce troppo la macchina, si puo’ lasciare il primo modo. I parametri di controllo sono in amavisd.conf: occorre settare il D_PASS dei messaggi spam, in modo che non vengano respinti, poi occorre settare a undef la quarantena, in modo che i mail vengano processati, taggati ***SPAM*** se superano il punteggio e passati a procmail che, se necessario, li archivia in probably-spam.
Per definire il punteggio ci sono due parametri: tag_level_dflt definisce il punteggio oltre il quale si devono inserire gli X-Spam statements; tag2_level_dflt, definisce il punteggio oltre il quale il mail deve essere taggato come spam. Se si mette il primo a 0.0, vengono sempre inseriti gli X-Spam statements, quindi si vede il punteggio dato anche ai mail non classificati spam. Naturalmente occorre poi disattivare lo spamd e usare un procmailrc che faccia solo l’archiviazione e che non richiami lo spamc.
Se si vuole invece usare Spamassassin come spamd, occorre: 1) disabilitare lo spam_check in amavisd.conf (parametro bypass_spam_checks); 2) riattivare lo spamd; 3) utilizzare un procmailrc che richiami lo spamc.
Per verificare che tutto funzioni correttamente, ci sono due file di log: /var/log/amavis.log e /var/log/procmail.log. Ricordare di impostare la rotazione dei log nella dir./etc/logrotate.d.
ATTENZIONE: Amavisd deve sempre partire prima di Postfix, tenerne conto allo startup.